Cos'è la public History?

La Public History è una di quelle discipline più difficili a definirsi che a farsi. Più che una disciplina è un approccio.

Si ripensa la storia – conservandone dati, fonti, pensiero – in funzione del pubblico.

Non una banalizzazione, né una semplificazione disorganizzata.

La Public History è la nuova frontiere della divulgazione informata, competente dal punto di vista accademico, che può bearsi delle nuove tecnologie per arrivare al grande pubblico.

Sospesa tra accademia e nuovi mezzi di comunicazione, la public history vuole interessare, informare, ricordare.
Ed è sulla scia del manzoniano “vero, utile e interessante” il public historian si industria per rimanere in equilibrio tra tutte le succitate istanze.

 

Vero è che la sua base indispensabile è duplice: storia (nel senso più largo di storia culturale) da una parte, pubblico dall’altra.

Basta che uno di questi elementi sia assente, e si torna o all’intrattenimento puro, o all’aula universitaria.

 

 

Da questa duplice base (indispensabile) deriva tutto il resto (che va necessariamente equilibrato).